Quotidiano Giovani - Tutta un'altra storia

Primo piano
Immagine dell'articolo

Giro di consultazioni per la formazione del nuovo Governo

Immagine dell'articolo

Le possibili alleanze e i veti di Di Maio

La proposta di formazione del governo a guida 5 stelle dovrebbe prevedere , secondo i grillini, un “impegno di governo” da discutere con i partiti che hanno i numeri per formare il governo e, nel caso di un accordo, firmare un "impegno" che vincoli i contraenti a rispettare alla lettera i punti elencati.

L’impegno ovviamente non prescinde dal fatto che alla poltrona di Premier  dovrà imprescindibilmente andare Di Maio.

Lega e Pd hanno, per ora, risposto negativamente alla proposta di Di Maio.

Per Salvini, al momento, un qualsiasi accordo di governo non può prescindere da un'alleanza con gli altri partiti della coalizione (Fi e Fdi) con cui la lega si è presentata agli elettori. Quindi, la proposta di Di Maio, che di Forza Italia e Berlusconi non ne vuol sentir parlare, non è ricevibile.

 

Il Pd insiste nel dire che non farà alcuna alleanza di governo e che rimarrà a fare opposizione

Oggi il giro delle consultazioni da parte del Presidente della Repubblica prosegue

Primo piano | di Marika Rusi | 05/04/2018


Condividi con

COMMENTI
Nessun commento presente