Quotidiano Giovani - Tutta un'altra storia

Logo del Quotidiano Giovani
Di Tutto Un Po'
Immagine dell'articolo

Da Billy a Poäng, come nascono i nomi dei mobili Ikea

Immagine dell'articolo

A spiegare come nasce la maggior parte dei nomi dei prodotti di Ikea è stato, qualche giorno fa, il designer Jon Karlsson.

Hanno nomi assurdi, per molti impronunciabili, eppure facendo un giro tra gli scaffali di Ikea, è irresistibile provare a decifrare il significato di quelle scritte stampate su cartellini, pareti e striscioni. Ciò che la maggior parte degli acquirenti non sa, però, scrive Anne Quito su 'Quartz' è che i nomi di quei prodotti seguono una logica interna che ha a che fare con la cultura scandinava.

A spiegare come nasce la maggior parte dei nomi dei prodotti di Ikea è stato, qualche giorno fa, il designer Jon Karlsson. Il team di Ikea, ha detto Karlsson, assegna i nomi pescandoli da un database di parole svedesi. Le librerie, ad esempio prendono il nome delle libere professioni ('Expedit' significa negoziante) o dai nomi propri dei ragazzi (il modello bestseller 'Billy' prende il nome da uno dei dipendenti di Ikea, Billy Likjedhal). Lo stesso vale per i mobili da giardino, che sono quelli delle isole scandinave ('Äpplarö' è un'isola nell'arcipelago di Stoccolma e 'Västerön' è in Aaland).

 

 

Anche i tappeti prendono il nome da città e paesi della Danimarca o della Svezia ('Adum', 'Stoccolma', 'Silkeborg'), mentre lenzuola, trapunte e federe si chiamano come fiori e piante. ('Häxört' o Circaea Luteziano è una pianta della famiglia della primula). Tuttavia, esistono delle eccezioni. Alcuni prodotti hanno nomi che evocano la loro funzione. Per esempio, la bicicletta appena lanciata da Ikea si chiama 'Sladda', che in svedese significa scivolare, pattinare. Nella sezione cucina, poi, il macina spezie è chiamato 'Krossa', che significa 'schiacciare' o 'macinare'.

A inventare le regole per denominare i prodotti è stato il fondatore di Ikea Ingvar Kamprad, che per anni ha lottato contro la dislessia, facendo fatica a ricordare l'ordine dei codici numerici degli articoli. Lo stesso nome di Ikea è l'acronimo di Ingvar, Kamprad, Elmtaryd (la fattoria della sua famiglia) e Agunnaryd, il villaggio nello Småland dove il fondatore è cresciuto.

 

 

Fonte: Adnkronos

 

 

 

Pubblicato il 01/02/2017


Condividi con

COMMENTI
Nessun commento presente