Quotidiano Giovani - Tutta un'altra storia

Di Tutto Un Po'
Immagine dell'articolo

Maturità 2016, ultima prova scritta

Immagine dell'articolo

503mila studenti hanno svolto oggi il temuto «quizzone» multidisciplinare che chiude gli scritti della maturità.

di Virginia Merisi

 

Superata la prova d'italiano, che ha visto la maggioranza degli studenti scegliere la traccia sul paesaggio, e la seconda prova diversa per ogni indirizzo, stamattina il temuto 'quizzone' ha chiuso gli scritti della Maturità 2016. In realtà non tutti i 503mila studenti hanno svolto la prova in mattinata. L'ampia discrezionalità concessa alle commissioni d'esami ha fatto sì che in alcuni istituti le prove siano state fissate nel pomeriggio. A predisporre i test, con domande che riguardano le materie dell’ultimo anno, non è il Miur, ma le singole commissioni d’esame. Sei le tipologie di scelta da parte della commissione: trattazione sintetica (5 quesiti, anche a carattere pluridisciplinare); quesiti a risposta singola (10-15 quesiti su argomenti riguardanti una o più materie); quesiti a risposta multipla (da 30 a 40: si deve scegliere l’opzione corretta tra le diverse riposte presentate); problemi a soluzione rapida (non più di 2); analisi di casi pratici e professionali (prova pensata per gli istituti professionali e tecnici); sviluppo di un progetto (sempre per gli istituti tecnici e professionali). Molti hanno avuto la fortuna, grazie agli insegnanti, di arrivare in classe conoscendo già le materie e in alcuni casi anche le tracce d'esame. Comunque per la maggior parte si è trattato di un test 'al buio', senza 'aiutini'.

Ed  ora le ansie degli studenti si proiettano verso gli orali.

 

Pubblicato il 27/06/2016

Di Tutto Un Po' | di V.M. | 27/06/2016


Condividi con

COMMENTI
Nessun commento presente