Quotidiano Giovani - Tutta un'altra storia

Logo del Quotidiano Giovani
Attualità

Il mistero del lago: Federica, morte naturale

Immagine dell'articolo

La 16enne trovata giovedì in riva al lago di Bracciano non sarebbe deceduta in modo violento o per annegamento.

di Serena Calabrese

 

L’esame autoptico, eseguito sabato nell'Istituto di Medicina Legale dell'Università “La Sapienza” di Roma, sul corpo di Federica Mangiapelo sembra far escludere la morte violenta o per annegamento della giovane: non sono stati riscontrati traumi, segni di colluttazione o lesioni sia all'esterno che agli organi interni. La 16enne, trovata morta in riva al lago di Bracciano giovedì, sarebbe deceduta per cause naturali verso le 4 del mattino. Per l'esito degli esami tossicologici occorrerà aspettare da un paio di settimane a un paio di mesi.

Esami specialistici, da quanto è stato appreso, sono stati disposti su campioni di vestiti della giovane e sull'autovettura del fidanzato, il 22enne che ha sempre sostenuto di non trovarsi insieme a Federica all’ora del suo decesso. Le indagini non abbandonano, per il momento, le ricerche sugli spostamenti del fidanzato e del suo amico. Al momento non si cerca un “quarto uomo” ma si vuole stabilire come la ragazza sia potuta arrivare da casa sua, che si trova non vicino al centro storico, fino a Vigna di Valle, dove è stata ritrovata. Secondo quanto affermato dal ragazzo, lui avrebbe accompagnato a casa Federica dopo una lite e poi non ne avrebbe più saputo nulla.

Vengono portate avanti, inoltre, le verifiche incrociate sui tabulati del telefono della ragazza e sarebbero state già acquisite le immagini che le telecamere di diversi benzinai della zona di Anguillara e della via Cassia hanno registrato. Non è escluso un prossimo coinvolgimento del RIS nelle indagini. Massimo Mangiapelo, lo zio della giovane, ha dichiarato:"Al lago mia nipote non è arrivata da sola, era sicuramente con qualcuno''.

Un’ipotesi possibile era anche quella di un’uscita notturna in barca, ma gli investigatori sarebbero intenzionati a escluderla. L'imbarcazione trovata non lontano dal corpo non sarebbe da collegare alla morte di Federica: era al suo posto, anche se senza gli ormeggi legati. L’uscita in barca risulta poi improbabile perché, nella notte tra mercoledì e giovedì, in quella zona c’è stata una bufera.

Nella giornata di oggi sono previsti i funerali della sedicenne.



COMMENTI
Nessun commento presente